Social media training: come scrivere il tweet perfetto per la tua strategia di comunicazione

social media training mister media

Quando si parla di social media training è impossibile non spendere qualche parola su Twitter e su come scrivere un tweet perfetto, per costruire una strategia basata sulla cura costante dei dettagli e in grado di rendere il profilo di una figura politica un punto di riferimento per l’informazione e la ricerca di contenuti specifici.

È possibile creare il tweet perfetto, quello in grado di diventare virale e soprattutto esempio di efficacia?

La risposta, ovviamente, è sì. Meno ovvio è il “come”, che è materia un po’ più complessa e articolata e per questo necessita di qualche consiglio specifico di social media training. Oggi, prendendo spunto da alcuni dei tweet più interessanti tweet dei nostri politici, vi spiegheremo i trucchi per scrivere un tweet perfetto.

  • L’approfondimento: una caratteristica fondamentale per scrivere un tweet perfetto per la tua strategia di media training implica la possibilità di approfondire l’argomento principale del contenuto, ovviamente attraverso i link di rimando a un altro spazio web.

Questo approccio, molto efficace, in quanto amplifica la visibilità di un blog o di un contenuto video, è palesemente adottato da alcuni esponenti del M5S e in particolare da Luigi Di Maio, che twitta praticamente solo articoli del blog di Beppe Grillo e collegamenti al suo profilo Facebook. Questa impostazione punta soprattutto sulla tecnica lasciando poco spazio all’emozione (palese differenza rispetto a Renzi e alla sua gestione degli hashtag). Dal punto di vista del social media training mirato si tratta di una mossa più che efficace, dal momento che contribuisce in maniera incisiva alla creazione di un personalbranding solido e riconoscibile.

media training

  • Il retweet efficace: nella costruzione di una strategia di media training politico efficace su Twitter sono ovviamente coinvolti anche i retweet, che devono essere effettuati tenendo conto di un criterio di autorevolezza e costanza. Non possono assolutamente mancare nel profilo di una figura politica, dal momento che rappresentano la concretizzazione di quel livello d’interazione ramificata che caratterizza il social dei 140 caratteri.

Che caratteristiche deve avere un retweeet per essere efficace in un processo di social media training? Deve prima di tutto essere un contenuto autorevole, soprattutto se il profilo di base appartiene a una figura che ricopre un ruolo di alta responsabilità tecnica. A questo proposito è possibile trovare un riferimento positivo nel profilo di Federica Mogherini, che ha completato il racconto social del suo recente viaggio in Medio Oriente con retweet dall’account ufficiale dell’ambasciata italiana in Egitto.

media training

  • Il bello della diretta: gestire in maniera puntuale le dirette Twitter è fondamentale per il media training di qualità. Che si tratti di un’intervista televisiva o di un evento live l’importante è dare la possibilità agli utenti di usufruire in maniera chiara e rapida dei contenuti, in modo da creare un’interazione fluida e in grado di portare a galla spunti tematici importanti.

Un esempio positivo a questo proposito è riscontrabile nel profilo di Marianna Madia, che per dare visibilità alla diretta social legata alla sua partecipazione alla Festa dell’Unità ha retwittato un’immagine molto esemplificativa dal profilo di Giulia Innocenzi (ritorna l’importanza del riferimento esterno autorevole), contenente un riferimento testuale agli argomenti dell’intervista e soprattutto l’hashtag ufficiale #chiediamarianna.

media training

La scelta dell’immagine da allegare a un tweet deve essere prima di tutto improntata sulla ricerca di un coinvolgimento sensoriale immediato. In tale circostanza, l’utilizzo di una presentazione testuale sintetica risulta particolarmente indicata per dare visibilità a un’interazione caratterizzata dalla presenza di contenuti tecnici importanti e per far guadagnare punti a una strategia di social media training.

LEGGI ANCHE:

Media training: il videomessaggio perfetto

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience