Media training: i consigli del 2013 per una video gallery perfetta

media training

Abbiamo da poco parlato di video d’impatto e di media training connesso alla riuscita di un prodotto perfetto dal punto di vista dell’incontro delle richieste dell’utenza. Avere una video gallery ben fatta nel proprio profilo di presenze online è un’ottima carta di comunicazione politica e aziendale, e alcuni consigli di media training possono essere utili per chi vuole raggiungere un risultato di qualità.

Nelle prossime righe vi guideremo alla scoperta di una piccola rassegna di suggerimenti, nati prendendo spunto da quanto vi abbiamo illustrato nel corso di questo 2013 ormai agli sgoccioli.

  • Racconta una storia: il video è uno dei mezzi dove lo storytelling trova la sua migliore espressione. Il media training efficace vede quindi la necessità, quando possibile, di inserire una narrazione esplicita in grado di catturare a 360° l’attenzione dell’utente.

  • Sii multimediale: viviamo in un’era chiaramente multimediale, dove anche il web 3.0 è costituito da numerosi sotto elementi che sono i singoli social con le loro caratteristiche. Il media training per una video gallery perfetta deve tenere conto di questo aspetto, cercando il più possibile di far interagire i diversi contesti, come nel caso di Matteo Renzi, che nel suo profilo Youtube ha postato diversi contributi connessi all’hashtag #matteorisponde.

  • Attenzione all’autoironia: ironizzare sulla propria persona o sulle caratteristiche di un brand può non essere una strategia di media training vantaggiosa, dal momento che veicola all’utente un messaggio sì emozionale, ma a volte anche fermo alla superficialità (esempio calzante a questo proposito è l’analizzatissima video gallery di Roberto Formigoni).

  • Ascolta e sorprendi: il media training di una video gallery connessa a un brand o a una figura politica non può esimersi da alcune operazioni fondamentali. Prima di tutto è fondamenetale ricordare l’ascolto approfondito della situazione sociale e culturale del target del messaggio, in modo da saper intercettare istanze e aspettative, in secondo luogo può essere molto utile sorprendere.

Il media training efficace trova nell’effetto sorpresa ben gestito un aspetto di non indifferente rilevanza.

media training

Un esempio molto potente a questo proposito è il recente video di Spencer & Lewis intitolato “Fuga d’amore” (il consiglio è di guardarlo appena potete perché è davvero un bel lavoro), un felicissimo esempio di sinergia tra l’attenzione a un problema sociale di grande importanza e un effetto sorpresa reso ancora più interessante dall’utilizzo dello storytelling.

Non si tratta né di un video politico né di uno legato a un brand, ma rappresenta comunque un riferimento molto importante per chi vuole comprendere che il media training di una video gallery perfetta deve essere un lavoro di lima e di attenzione all’equilibrio tra diverse caratteristiche dei singoli contesti mediatici che costituiscono il web 3.0.

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience