Comunicazione politica: la costruzione di una video gallery

comunicazione politicaTra gli elementi fondamentali che costituiscono l’ossatura della comunicazione di una figura politica sul web la video gallery ha un ruolo di assoluta rilevanza. Nell’ambito di una ridefinizione della forza del mezzo audiovisivo, diventato decisamente più pervasivo e accessibile grazie alla tecnologia 2.0, un politico che voglia comunicare in maniera efficace ed efficiente non può prescindere dall’attenzione nei confronti della sua video gallery online.

Quali sono i trucchi migliori per riuscire ad avere un impatto positivo e duraturo sull’utenza, che viene ogni giorno investita da numerose informazioni riguardanti politica e altri argomenti, e molto spesso fa fatica a ricordare quelle che sono le caratteristiche distintive principali di un programma? Per voi arrivano ora cinque semplici consigli, che possono essere utili soprattutto a chi magari è ai primi passi di una carriera politica.

1) Tra confidenzialità e parodia: molte volte si pensa che l’immediatezza del mezzo audiovisivo e il fatto che sia entrato nella quotidianità in maniera profonda lascino campo libero alla costruzione di una strategia di comunicazione basata sulla confidenzialità, sull’avvicinarsi ai gusti dell’utenza attraverso la riproposizione di situazioni a loro molto vicine.

Questa scelta può non essere sempre vantaggiosa, come è possibile vedere dalla case history della video gallery di Roberto Formigoni, diventata famosa a livello mediatico e di WOM più per i contenuti tra il divertente e il parodico che per l’effettivo contenuto a livello programmatico.

roberto-formigoni-video

Sul web vale senza dubbio la regola del “purché se ne parli”, ma quando si tratta di comunicazione politica e di controllo dei contenuti il WOM è un arma a doppio taglio, in grado di inficiare profondamente l’efficacia di un messaggio.

2) Contestualizzare il messaggio: il politico è, nella maggior parte dei casi, legato alla storia di un luogo. Una video gallery di impatto deve contenere dei riferimenti che parlino di esso, e che siano chiaramente collegabili alle idee del programma.

3) L’abbigliamento: quando si decide di mettere a punto una video gallery web è opportuno pensare anche alla gestione dell’abbigliamento della figura politica protagonista della strategia di comunicazione. Un personaggio istituzionale porta nella vita politica anche quella che è la sua storia precedente, il suo percorso professionale, ed è fondamentale non stravolgere tutto questo.

Il modo in cui ci si veste parla tantissimo, e il fatto di stravolgere il codice legato a uno specifico universo culturale può rappresentare una strategia non efficace in quello che è un lavoro di comunicazione politica, che rischierebbe di non sortire il suo effetto per via della creazione di un disorientamento nell’utenza.

4) Tra passato, presente e futuro: in una video gallery che illustri in maniera efficace la figura di un politico e il suo programma è opportuno operare un equilibrio tra il passato, il presente e il futuro. Inserire dei video che parlino unicamente di quanto è già stato realizzato è un modo per distogliere l’attenzione da quello che deve essere l’elemento fondamentale dell’intera strategia, ossia il programma.

5) Linguaggio tecnico: in una video gallery online il linguaggio eccessivamente tecnico non paga. Anche nel caso di un utente che si dedica con attenzione alla visione di un video sul web, gli stimoli esterni sono comunque numerosi (quasi tutti tengono aperte più pagine internet contemporaneamente), e utilizzare un linguaggio diretto, chiaro ed esauriente è il miglior modo per riuscire a catturare l’attenzione di chi, navigando, vuole farsi un’idea chiara della personalità e delle idee di un politico.

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience