Comunicazione politica: il valore dell’ottimismo

ottimismoL’ottimismo dei contenuti è un elemento fondamentale nella definizione di una strategia di comunicazione politica. Dosare il contenuto delle affermazioni rilasciate in situazioni di approccio ai media è fondamentale, dal momento che si tratta di un momento di vera e propria costruzione dell’immagine di una figura politica. Negli ultimi anni abbiamo potuto toccare con mano l’importanza di quanto abbiamo appena affermato, ossia di un fattore in grado di influenzare in maniera profonda la sfera percettiva dell’utenza.

L’ottimismo nelle affermazioni di un politico può spostare in maniera considerevole l’attenzione della base dell’elettorato, ed è importante che la figura istituzionale che si approccia ai media sia preparata in maniera attenta e ponderata. Sono diversi i casi di ricorso ad affermazioni più o meno ottimistiche per inquadrare una strategia di comunicazione politica e, come sempre succede quando si osserva il tema in maniera analitica, c’è sempre davvero tanto da imparare.

Comunicazione politica e ottimismo incondizionato: il caso Berlusconi

Un esempio molto interessante di ricorso alle affermazioni ottimistiche in comunicazione politica è quello di Silvio Berlusconi. La tattica di approccio mediatico adottata dall’ex premier è improntata all’utilizzo di contenuti positivi e motivanti, spesso accompagnati da avverbi di modo o di negazione che ne enfatizzino il significato.

berlusconidiscorso

Questa strategia può senza dubbio rappresentare una linea decisamente vantaggiosa, dal momento che veicola dei messaggi molto circoscritti sul raggiungimento di un obiettivo specifico.

Il rovescio della medaglia può essere la costruzione di una comunicazione molto arroccata sulle considerazioni e poco sull’analisi dei dati, che rischia così di trasformarsi in un mero esercizio di retorica, e non di rappresentare un punto di vista fecondo sulla realtà e su tutte le sue sfaccettature.

Comunicazione politica: la forza degli aggettivi

Un caso altro caso che merita un piccolo approfondimento dal punto di vista della forza della comunicazione politica è quello relativo a Enrico Letta. La strategia di approccio ai media adottata dal neo premier è caratterizzata dal ricorso a diversi toni, e modalità molto disparate di interazione con l’utenza.

letta-250x149

Un momento molto interessante a questo proposito è stato il recentissimo discorso tenuto durante l’assemblea di Confindustria. Il capo del governo ha in questo caso utilizzato delle affermazioni che hanno sottolineato in maniera estremamente marcata il momento di difficoltà che sta attraversando l’economia italiana.

Il discorso di Enrico Letta è stato caratterizzato dall’utilizzo preponderante dell’avverbio di negazione “non”. La ripetizione di questo termine assolutamente incisivo in qualunque strategia di comunicazione è rilevante, dal momento che riesce a spostare l’attenzione su un ambito molto concreto, ovvero quello delle effettive conseguenze critiche del momento che stiamo attraversando.

Utilizzare una strategia di comunicazione basata sulla ripetizione della negazione e sulla riproposizione della forza di immagini “negative” può essere vantaggioso qualora ci si trovi davanti a un’utenza molto specializzata, desiderosa di essere destinataria di contenuti estremamente analitici.

A livello di efficacia della comunicazione politica possono però presentarsi dei fattori inficianti, legati soprattutto al messaggio di una figura istituzionale non sempre sicura dell’effettivo livello di efficacia e di efficienza del suo ruolo.

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience