PA social: come comunicare servizi di pubblica utilità

I profili e le pagine di una PA Social sono ormai dei punti di riferimento fondamentali per i cittadini, e questo implica la necessità un’attenzione tecnica specifica a ciascuna piattaforma presidiata, così da massimizzarne l’efficacia.

Il vantaggio dei social nella pubblica amministrazione riguarda anche la possibilità di migliorare la comunicazione che concerne i servizi di pubblica utilità (dall’erogazione di corrente elettrica e acqua fino alla nettezza urbana).pubblica amministrazione

I social possono contribuire a migliorare la comunicazione dei servizi di pubblica utilità e gli esempi tecnicamente validi in merito non sono pochi. Oggi ne analizziamo assieme alcuni, tre riferimenti concreti che possono aiutarci a capire come dovrebbe muoversi la pubblica amministrazione sulle piattaforme di networking.

Le immagini funzionano sempre

Parlare di PA social e di comunicazione dei servizi di pubblica utilità sul web 3.0 significa considerare sempre l‘efficacia dei contenuti visuali. Come ben sa chiunque abbia dimestichezza con i piani editoriali social, si tratta di contenuti che possono risultare più incisivi di un testo e più utili dal punto di vista dell’engagement (il che fa una grande differenza quando si gestisce la comunicazione dei servizi di pubblica utilità). Un esempio tecnico eccellente al proposito possiamo trovarlo dando un’occhiata all’account Twitter del Comune di Milano e alla pagina Facebook principale, dove è stata divulgata – in perfetta sincronia su entrambi i social – l’immagine visibile sotto e dedicata alla gestione dei servizi di accoglienza notturna per i senzatetto.

pubblica amministrazione

Anche gli hashtag non scherzano

Migliorare la comunicazione dei servizi di pubblica utilità implica la cura degli hashtag correlati. Come muoversi? Quali sono i consigli tecnici per gli enti della pubblica amministrazione? In primo luogo l’importanza di non trascurarli e, in seconda battuta, la necessità di mettere in primo piano leggibilità e chiarezza, il che significa, come è chiaro dall’esempio riportato nell’immagine sottostante e proveniente dall’account Twitter ufficiale del Comune di Roma, scegliere possibilmente un unico hashtag.

pubblica amministrazione

Sintesi e chiarezza prima di tutto

Un altro consiglio che è bene ricordare in merito alla comunicazione dei servizi di pubblica utilità riguarda i contenuti testuali su Facebook, che devono essere realizzati mettendo in primo piano sintesi e chiarezza ed evitando di fare copia e incolla di comunicati stampa (un errore gravissimo per chi gestisce pagine e profili di un ente della pubblica amministrazione).

Per un esempio specifico in merito rimandiamo all’immagine sottostante, che riporta un contenuto esauriente e immediatamente comprensibile postato sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Pistoia e dedicato alla gestione di un servizio pubblico come l’acqua.

pubblica amministrazione

I servizi di pubblica utilità nella PA social

La PA social deve facilitare il rapporto tra istituzioni e cittadini e un ottimo modo per farlo consiste nel concentrarsi sulla comunicazione dei servizi di pubblica utilità, la cui qualità è basilare per poter parlare di buona amministrazione e di relazione efficace tra enti e utenti finali.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli per PA Social:

Potrebbe interessarti anche:

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience