La comunicazione politica di Hillary Clinton sui social

comunicazione politica

Con l’attesissimo annuncio della candidatura alle primarie per le presidenziali USA 2016 la comunicazione politica di Hillary Clinton è entrata nel vivo del processo strategico, diventando in poco più di una settimana uno degli argomenti più trattati dai media di tutto il mondo.

Il video con cui l’ex First Lady ha ufficializzato l’inizio della sua campagna elettorale ha conquistato immediatamente il rango di case history web: questa candidatura social rappresenta tuttavia solo una parte di un percorso tecnico che merita un’analisi approfondita.

Quali sono le caratteristiche della comunicazione politica social di Hillary Clinton in questi primi passi di campagna? Ecco qualche veloce pillola al proposito.

L’elettore al centro

Una caratteristica peculiare del video di lancio della campagna elettorale di Hillary Clinton è il focus sull’elettore, sui suoi problemi quotidiani e sulle sue aspettative per il futuro (l’ex First Lady compare solo negli ultimi secondi, differenziando notevolmente l’approccio rispetto al 2008, quando ufficializzò la corsa alle primarie democratiche con un video che la vedeva protagonista assoluta).

Il nuovo indirizzo tecnico si concretizza anche nelle modalità di utilizzo di Twitter. Sul social dei 140 caratteri la comunicazione politica è fortemente targetizzata con un account per ogni Stato USA, ciascuno contraddistinto dalla presenza di foto dei volontari locali impegnati sia nella diffusione di materiale elettorale, sia in momenti di ordinaria attività lavorativa (l’utente che assume il ruolo di brand ambassador totale).

L’attenzione al video storytelling

Un tratto distintivo della comunicazione politica di Hillary Clinton è l’attenzione all’efficacia del video storytelling, la cui rilevanza è impossibile da trascurare se si lavora sui social con determinati obiettivi di engagement.

Osservando i contenuti del canale YouTube dell’ex First Lady si può infatti notare una linea coerente con lo spot divulgato sul web lo scorso 12 aprile. La campagna elettorale viene ‘raccontata’ nei dettagli quotidiani – esemplare a tal proposito è un video dedicato nello specifico all’organizzazione della ‘macchina’ promozionale – con un processo strategico dove immediatezza e trasparenza sono in primo piano, permettendo all’utente d’immedesimarsi in modo autentico nelle situazioni presentate.

La riconoscibilità

Hillary Clinton ha iniziato il suo percorso di comunicazione politica nel giugno 2013, con l’apertura di un account Twitter contraddistinto da una biografia che ha subito colpito per tono ironico ed efficacia.

Con l’ufficializzazione della candidatura la bio è stata sì modificata, ma aggiungendo solamente la specificazione della corsa alle primarie democratiche per le presidenziali 2016.

Non si fa alcun cenno all’intervento dello staff, lasciando unicamente spazio alle caratteristiche dell’immagine dell’ex First Lady – per esempio l’impegno in prima persona nella difesa dei diritti delle donne – che hanno determinato la fortuna del suo brand in questi due anni di presenza social.

Sono trascorsi quasi dieci anni da quando Obama ha iniziato a cambiare la storia della comunicazione politica, rendendo i social media strumenti indispensabili all’interazione con l’elettorato.

Per sapere come andranno le cose in quella che per gli USA è la prima campagna presidenziale 2.0 senza la sua figura al centro non resta che attendere, tenendo gli occhi aperti sulle impostazioni strategiche messe in atto di Hillary Clinton.


Leggi anche:

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience