Fare email marketing aiuta la tua comunicazione politica

comunicazione politica

La sinergia tra comunicazione politica e direct email marketing è fondamentale per ottimizzare la visibilità di un candidato o di un’intera formazione, ma è necessario avere le idee chiare sulle tecniche più utili per promuoversi in maniera efficace grazie a questa strategia.

Quando si parla di direct email marketing in comunicazione politica si inquadra la classica newsletter, ma anche messaggi dedicati all’approfondimento di uno specifico tema, oppure alle considerazioni su un evento importante per la campagna, sia esso una manifestazione o l’apertura della nuova sezione di un partito.

I social media sono basilari per una campagna di comunicazione politica orientata all’efficacia, ma il direct email marketing ricopre un ruolo altrettanto importante. Per non vanificare gli sforzi è necessario farvi ricorso avendo in mente obiettivi mirati: ecco per voi qualche semplice suggerimento in merito.

Prepara un messaggio di benvenuto

Gli aggiornamenti periodici via email sono molto utili per massimizzare i contenuti di una campagna di comunicazione politica.

Quando ci si concentra sulle modalità migliori per implementarne la qualità è imprescindibile aver chiaro che gli utenti, quando si iscrivono alla mailing list di un candidato o di un partito, forniscono non solo un dato sensibile, ma compiono un vero e proprio atto di fiducia che coinvolge il loro tempo personale.

Alla luce di tutto questo è molto utile preparare un messaggio di benvenuto da inviare in maniera automatica a chi effettua l’iscrizione alla mailing list. In tale contenuto, oltre ai ringraziamenti, è possibile inserire anticipazioni in merito alla linea tematica generale e invitare gli utenti a contribuire al processo di comunicazione con commenti sulle pagine social o sul blog ufficiale.

Non dimenticare il monitoraggio

Affinare tecnicamente una campagna di comunicazione politica significa, prima di qualsiasi altra cosa, monitorare le reazioni degli utenti ai contenuti divulgati.

Anche quando si guarda al direct email marketing è essenziale non dimenticare questo punto, che può essere concretizzato attraverso l’analisi delle menzioni e dei commenti rilasciati sui social dai destinatari dei messaggi (esistono diversi tool utili al proposito).

In questo modo è possibile avere un’idea in tempo reale dell’opinione degli utenti, capendo l’effettiva validità della propria campagna di direct email marketing, oltre alle aspettative del target di riferimento.

Sorprendi il target

Il direct email marketing rappresenta un universo tecnico nodale in comunicazione politica e trattarlo con un approccio tattico può solo contribuire alla qualità della campagna.

Tra i diversi trucchi utili al proposito si può ricordare l’importanza di sorprendere il proprio target, inserendo – meglio se alla fine dell’intero messaggio sotto forma di post scriptum – un contenuto non ancora divulgato sui social, per esempio un video dedicato a uno specifico punto del programma.

Una campagna di comunicazione politica orientata a qualità e completezza non deve tralasciare l’attenzione tecnica all’email marketing, determinante per interagire con i potenziali elettori in maniera personalizzata e con un focus spiccato sullo storytelling.


Leggi anche:

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience